Un misto di ricette di cucina: mie, oppure regalatemi, provate e fotografate.




Ti piace "Se dici cucina"? Diventa fan della pagina in facebook

mercoledì 22 aprile 2009

Brusaoci e panzéta (Tarassaco e pancetta)



I brusaoci sono detti anche dente di leone, da noi si raccolgono nelle aperte campagne a settembre - ottobre ed a febbraio prima che appaia il fiore, poi vanno lavati ben bene; quindi lessati in acqua, strizzati e ridotti in palle che volendo si possono anche conservare in freezer.

In italiano è il Tarassaco (Taraxacum officinale) e nelle varie parti d’Italia viene chiamato così: Sciuscion, Radicium (Liguria), Virasol, Sicora servaja (Piemonte), Radec selvadech, Cicoria mata (Lombardia), Brusaoci, Pissacani (Veneto), Pessalet, Dent d’allion (Emilia), Piscialletto, Ingrassaporci (Toscana), Girasole selvatico (Marche), Lappa, Pisciacane (Umbria), Cicoria selvaggia (Campania), Cascigno (Abruzzo), Maroglia (Basilicata), Macogliola (Puglia), Tarassaco, Missinina (Sicilia), Padogalu, Patanzom, Zicoria burda (Sardegna), Àrbas, Ladrichèsse, Pissecjàn, Righèssa, Tàle (Friuli)

Per capirci ancora meglio sono scesa ed ho fatto questa foto:



Ingredienti:

500 gr di brusaoci già cotti (lessati in acqua e poi strizzati)
4 fette di pancetta di maiale tesa (da noi la vendono a fette lunghe circa 12 cm. e alte 2 cm., di solito qua si usa per il barbecue)
1 spicchio di aglio
q.b. di sale marino fino
q.b. di pepe nero
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva bio

In una larga padella mettere a freddo: l’olio, i brusaoci e lo spicchio d’aglio ridotto a pezzettini piccolissimi, aggiustare di sale e pepe. In un padellino antiaderente mettere la pancetta tagliata a filetti senza alcun condimento (ne ha a sufficienza di proprio). Lasciare cuocere rigirando spesso i brusaoci per circa 20 minuti e nel frattempo anche la pancetta si sarà ben rosolata, a fine cottura versare la pancetta nella padella dei brusaoci e mescolare bene. Una bella fetta di pane casereccio, ed io questo lo considero un secondo.
Questo piatto si può fare anche con altre “erbe” meglio se un po’ amarognole tipo: cicoria o friarielli, io l’ho provato anche con gli spinaci e non era niente male.



3 commenti:

f.schiroli ha detto...

complimenti , a mio marito piacciono assai,ne è ghiotto,ma con la pancetta penso siano prprio da provare
ciao Cristina

Susy ha detto...

Ciao Cristina, grazie dei complimenti, fai una cosa... provali e poi postami come sono, grazie anicipato, a presto.

sabri ha detto...

Ciao Susanna ti ho scoperto girovagando tra i blog. Mi piace molto "qui da te", se vuoi c'è un premio per te, passa da me a ritirarlo. A presto, Sabri

Posta un commento

Ciao! Il tuo commento è gradito, ti ringrazio per aver lasciato traccia del tuo passaggio. Chiedo cortesemente agli anonimi di voler firmare i commenti, grazie.

N.B. I commenti non firmati saranno purtroppo eliminati.

Susy

Blog Widget by LinkWithin